Articoli

ISOLARE UNA CASA VECCHIA PER VIVERE MEGLIO

Se vivi in una casa costruita negli anni ’70, o anche prima, probabilmente sai quanto importante sia isolare termicamente la tua abitazione per migliorarne il comfort e ridurre i consumi energetici. L’isolamento termico è infatti la capacità di un edificio di mantenere una temperatura interna costante, evitando dispersioni di calore verso l’esterno o surriscaldamenti dovuti al sole. In questo modo, si può risparmiare sulla bolletta del riscaldamento e del condizionamento, oltre che contribuire alla tutela dell’ambiente.

Ma come isolare termicamente una casa vecchia? Quali sono le soluzioni più efficaci e convenienti? In questo articolo, ti presentiamo alcune opzioni che puoi valutare per rendere la tua casa più efficiente e confortevole.

Cappotto termico su casa esistente

Una delle tecniche più diffuse per isolare termicamente una casa è il cappotto termico. Consiste nell’applicare uno strato di materiale isolante sulla facciata o sulle pareti interne dell’edificio. Il cappotto termico crea una barriera che impedisce lo scambio di calore tra l’interno e l’esterno, migliorando le prestazioni energetiche e acustiche della casa. Il cappotto termico può essere realizzato con diversi materiali, come polistirene espanso, lana di roccia, sughero, fibra di legno o aerogel. Il vantaggio del cappotto termico è che non riduce lo spazio abitabile e non richiede interventi invasivi all’interno della casa. Inoltre, il cappotto termico può essere personalizzato con vari colori e finiture, per dare un aspetto nuovo e gradevole alla tua facciata.

Tuttavia, il cappotto termico non è sempre applicabile, soprattutto se la tua casa si trova in un centro storico soggetto a vincoli architettonici o se il tuo condominio non ti consente di modificare l’aspetto esterno dell’edificio. Il cappotto termico ha poi dei costi medi al metro quadro piuttosto elevati, che variano a seconda del materiale e dello spessore scelti. Per avere un’idea, il costo medio del cappotto termico esterno si aggira tra i 60 e gli 80 euro al metro quadro, mentre quello interno tra i 40 e i 60 euro al metro quadro. A questi costi bisogna aggiungere quelli relativi alla progettazione, alla manodopera e alle eventuali opere accessorie.

Isolare casa senza cappotto

Se il cappotto termico non è una soluzione praticabile per la tua casa, non disperare: ci sono altre alternative per isolare termicamente la tua abitazione senza ricorrere al cappotto.

Vediamone alcune:
  • Isolare casa con l’intonaco termico. Si tratta di un tipo di intonaco speciale che contiene al suo interno delle microsfere di materiale isolante, come polistirene o silicato di calcio. L’intonaco termico si applica direttamente sulla parete esistente, creando uno strato protettivo che riduce le dispersioni di calore. L’intonaco termico ha il vantaggio di essere traspirante, resistente al fuoco e all’umidità, e di avere uno spessore ridotto (circa 2-3 cm). Inoltre, l’intonaco termico ha un costo medio inferiore a quello del cappotto termico: si parla di circa 30-40 euro al metro quadro.
  • Isolare casa con il rasante termico per interno. Si tratta di un prodotto simile all’intonaco termico, ma ancora più sottile (circa 1 cm). Il rasante termico si applica con una spatola o una frattazzatrice sulla parete interna della casa, formando una pellicola isolante che migliora il comfort abitativo. Il rasante termico è ideale per gli ambienti piccoli o con vincoli architettonici, in quanto non occupa spazio e non altera l’aspetto originale della casa. Il costo medio del rasante termico si aggira intorno ai 20-30 euro al metro quadro.
  • Isolare casa con l’insufflaggio in intercapedine. Questa tecnica consiste nell’inserire del materiale isolante (come lana di vetro, schiuma poliuretanica o fiocchi di cellulosa) nell’intercapedine delle pareti e del sottotetto, sfruttando il vuoto della parete e senza quindi aumentarne lo spessore. L’insufflaggio è una soluzione efficace per ridurre le dispersioni di calore e migliorare l’isolamento acustico della casa. L’insufflaggio ha il vantaggio di avere tempi di cantiere brevi e di consentire di accedere alle detrazioni fiscali previste per gli interventi di riqualificazione energetica. Il costo medio dell’insufflaggio si attesta tra i 15 e i 25 euro al metro quadro.
  • Isolare casa con i pannelli a basso spessore. Si tratta di pannelli prefabbricati di materiale isolante, come fibra di legno, sughero o aerogel, che si applicano sulla parete interna o esterna della casa, creando una barriera termica. I pannelli a basso spessore hanno il pregio di essere traspiranti, resistenti e ignifughi, e di avere uno spessore minimo (circa 2-4 cm). Inoltre sono disponibili in diversi colori e finiture, per adattarsi allo stile della tua casa. Il costo medio dei pannelli a basso spessore varia a seconda del materiale e dello spessore scelti, ma si può stimare tra i 30 e i 50 euro al metro quadro.
  • Isolare casa con i mattoni termoisolanti per le nuove costruzioni. Se stai costruendo una casa nuova, puoi optare per dei mattoni in laterizio termoisolante, che presentano alveoli che dopo la posa vengono riempiti con materiale isolante per ridurre ulteriormente la dispersione termica. I mattoni termoisolanti sono una soluzione ecologica e duratura, che garantisce un ottimo isolamento termico e acustico della casa. Il costo medio dei mattoni termoisolanti si aggira intorno ai 40-50 euro al metro quadro.

Come vedi, ci sono diverse opzioni per isolare termicamente la tua casa anche senza ricorrere al cappotto termico. Per scegliere la soluzione più adatta alle tue esigenze, ti consigliamo di affidarti a professionisti qualificati, in grado di valutare lo stato della tua abitazione e proporti la soluzione più conveniente.

Contatta ora i nostri tecnici esperti!

No Comments :

Lascia un commento :

* Your email address will not be published.