Articoli

COME NON SENTIRE I RUMORI DEL PIANO DI SOPRA

Se vivi in un condominio o in una palazzina, sai bene quanto possano essere fastidiosi e stressanti i rumori provenienti dal piano di sopra. Calpestii, spostamenti di mobili, cadute di oggetti, voci, musica, elettrodomestici: sono tutti suoni che possono disturbare la tua tranquillità, il tuo riposo e la tua concentrazione. Come fare per non sentire più questi rumori e vivere in pace nella tua casa? La soluzione più efficace è l’isolamento acustico del soffitto, ovvero la realizzazione di una barriera fonoisolante e fonoassorbente tra il tuo appartamento e quello superiore.

Cos’è l’isolamento acustico del soffitto?

L’isolamento acustico del soffitto è un intervento che mira a ridurre la trasmissione dei rumori aerei e da impatto tra due piani di una costruzione.

I rumori aerei sono quelli generati da fonti sonore che si propagano nell’aria come:

  • le voci
  • la musica
  • la televisione

I rumori da impatto sono quelli causati da sollecitazioni meccaniche sul pavimento o sul soffitto come:

  • i passi
  • gli spostamenti di mobili

Per isolare acusticamente un soffitto da questi tipi di rumore non basta interporre dei pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti tra il soffitto esistente e il controsoffitto, perché le onde sonore possono trovare altre vie di diffusione attraverso le pareti o le strutture portanti. È necessario creare un sistema disaccoppiato e svincolato dal soffitto originario, che impedisca il contatto diretto tra i due elementi e che crei una camera d’aria tra essi. Ma questa camera d’aria deve essere riempita con dei materiali adatti a trattenere i rumori da cui ci si vuole liberare.

Quali sono i materiali e le tecniche migliori per l’isolamento acustico del soffitto?

I materiali e le tecniche migliori per l’isolamento acustico del soffitto dipendono dal tipo di rumore che si vuole attenuare, dallo spessore disponibile, dal budget a disposizione e dalle caratteristiche estetiche e funzionali che si vogliono ottenere. In generale, si possono distinguere due tipologie di intervento: quello a secco e quello umido. Il primo consiste nell’applicazione di pannelli prefabbricati in legno, cartongesso o fibra minerale, fissati al soffitto tramite delle staffe metalliche o delle molle elastiche. Questi pannelli devono essere dotati di una membrana fonoisolante in gomma o bitume e riempiti con dei materiali fonoassorbenti come la lana di roccia, la fibra di legno o la fibra di cellulosa. Il secondo consiste nella realizzazione di una struttura portante in metallo o in legno, sulla quale viene steso uno strato di malta o di intonaco fonoisolante. Questo strato deve essere coperto con del materiale fonoassorbente come il sughero o la canapa e poi rifinito con una pittura o una carta da parati.

Qual è lo spessore ottimale per l’isolamento acustico del soffitto?

Lo spessore ottimale per l’isolamento acustico del soffitto dipende dal grado di isolamento che si vuole raggiungere e dallo spazio disponibile. In generale, maggiore è lo spessore della camera d’aria e dei materiali isolanti, maggiore è l’efficacia dell’intervento. Tuttavia, bisogna tenere conto anche dell’altezza della stanza e della normativa vigente in materia di abitabilità. In media, lo spessore minimo per un isolamento acustico del soffitto efficace è di circa 10 cm, mentre lo spessore massimo è di circa 20 cm. Ovviamente, questi valori possono variare a seconda dei casi specifici e delle esigenze personali.

Se desideri sapere di più sull’isolamento acustico del soffitto, non esitare a contattare i tecnici esperti di IsoSystem!

No Comments :

Lascia un commento :

* Your email address will not be published.